• Associazione Famija Moncalereisa
  •  362392 09
  •  403759 06

Alessandro Poma nasce a Biella Piazzo il 22 febbraio 1874 e compie studi classici a Torino. Si iscrive a Giurisprudenza, ma dagli anni ’90 dell’Ottocento frequenta la scuola di pittura di Mario Viani d’Ovrano e poi quella di Lorenzo Delleani, ereditando la lezione di modernità nata dal rinnovamento artistico della felice stagione di Fontanesi.

La prima formazione artistica di Alessandro Poma è documentata in 5 quaderni manoscritti dove annota, dall’età di quattordici anni, dal 1888 al 1893 circa, gli avvenimenti quotidiani con precisi accenni alla sua educazione letteraria e al suo disegnare e dipingere.

Tra il 1887 e il 1900 soggiornanelle Valli di Lanzo e precisamente ad Ala di Stura ritraendo varie località delle valli, soprattutto baite, scene di vita quotidiana nonché pecore e capre dipinte ai piedi dell’Uja di Mondrone.

Partendo dalla pittura di paesaggio piemontese, Alessandro Poma aderisce poi all’ambiente artistico della Roma d’inizio secolo quando vi si trasferisce nel 1900, abitando nella Casina Raffaello di Villa Borghese.

Nel 1898 sposa Maria Murialdo da cui ha 5 figli. Dal 1896 al 1908 continua a partecipare alle esposizioni
della Promotrice delle Belle Arti di Torino. Seguendo percorsi artistici analoghi a quelli di Giacomo Balla,
sperimenta varie tecniche: dall’olio all’acquerello, dal carboncino al pastello.

A Roma, dal 1901, nel suo studio-rifugio di Villa Borghese che abiterà per lunghi anni, trova stimoli e curiosità nella costante attenzione verso la natura, lasciandosi suggestionare dalla bellezza del parco e dalle sue vedute, dalla dolcezza del clima romano e dalla luce.

Poma è attratto dagli animali che girano in libertà per la campagna romana: caproni, cavalli ai quali dedica numerosi studi e disegni in cui si coglie “la ragione delle cose”, come gli aveva suggerito di cercare Giulio Aristi de Sartorio prima maestro e poi amico. Nel 1902 / 03, su invito di Sartorio partecipa alla realizzazione del fregio per la sala del Lazio alla V esposizione d’Arte di Venezia con Noci, Innocenti, Carlandi, Coromaldi, Raggio. Nel 1905 il quadro Viale a Villa Borghese esposto alla Promotrice delle Belle Arti di Torino viene acquistato dal Re Vittorio Emanuele III al prezzo di milleduecento Lire.

La sua partecipazione al gruppo dei “XXV della campagna romana” è sollecitata da Sartorio che lo indirizza, nelle sue lettere, al lavoro e a disegnare dal vero. Nel 1906 partecipa alla esposizione Nazionale di Belle Arti di Milano sempre con il gruppo del Lazio e, dal 1907 al 1909, alle esposizioni internazionali della Società Amatori e Cultori di Belle Arti in Roma. Durante i suoi soggiorni romani trascorre lunghi periodi a Villa Maresca a Piano di Sorrento, sovente in compagnia del pittore Guido di Montezemolo.

Poma è anche abile ritrattista. I ritratti dei famigliari, della moglie Maria Murialdo, delle figlie Lucia e Giuseppina sono pervasi di profonda commozione.
Con il passare del tempo, Alessandro Poma, dopo il 1910, si isola dal mondo artistico romano, pur continuando a lavorare con grande lena.
Intorno agli anni ’20 accompagna il figlio Pio colpito da grave malattia a trascorrere un periodo di convalescenza in montagna.

Sceglie Courmayeur che alle condizioni ottimali per la salute del figlio, unisce il fascino di una natura d’incanto, meritevole d’esser dipinta. Dopo la perdita del fi­glio, Poma continua a soggiornare a Cour­ma­ eur per lunghi periodi fino a stabilirsi alla fine degli anni ‘30 in una villa della frazione Pussey. Continua a dipingere le amate montagne che percorre a piedi per cacciare e raccogliere funghi, attratto dai fiori, dalle alte cime, dalle vallate, dagli alberi, dalle baite, dagli animali, dai cigni e dalle farfalle! Si spegne nella villa del Pussey nel 1960, impegnato a terminare un grande quadro ad olio raffigurante le ali colorate di una farfalla studiata scientificamente al microscopio. Vi lavora da dieci anni, vuole vincere la sua ultima sfida: fare un quadro con colori più belli di quelli della natura!

Solo dopo il 2005 – per merito indiscusso dell’A.R.V.A.P.P. Onlus (Associazione Ricerca Valorizzazione Artisti Pittori Piemontesi) si conoscono di Alessandro Poma dipinti e pastelli attraverso le esposizioni in Valle d’Aosta, al museo Carlo Bilotti di Roma, al Museo Archeologico Territoriale della Penisola Sorrentina di Piano di Sorrento. Con il 2010 la ricerca sulla carriera artistica di Poma si concretizza in una pubblicazione grandiosa che comprende oltre 1.000 opere catalogate e fotografate, suddivise per temi: dalla montagna, agli amati cigni, dai fiori alle vedute romane e marine. In parallelo una serie di presentazioni e conferenze consente al grande pubblico di conoscere e apprezzare un artista al quale dedicano attenzione critica importanti personaggi, da Maurizio Calvesi e Claudio Strinati, a Virgina Bertone, Andrea De Rosa e Giuseppe L. Marini.

Scriveva, nel 1983, Bruno Molajoli: “Significativo è il confronto tra la sua costante operosità, sempre intesa alla ricerca, senza acquetarsi nel mestiere né cedere alla maniera, e lo schivo, sdegnoso isolamento nel quale volontariamente si chiuse … nobilmente pago di quanto l’assidua pratica dell’arte gli donava tra intime esaltazioni e soddisfazioni disinteressate”.

Ora la Famija Moncalereisa e l’Associazione Progetto San Carlo – Forte di Fenestrelle, celebrano Alessandro Poma esponendo una settantina di opere che toccano tutta quanta la sua produzione, compreso il mondo della grafica.

Fra i paesaggi s’impongono le vedute valdostane, dall’ergersi del Chetif e Monte Bianco alle convincenti Creste assolate sopra la nebbia, al semplice Albero spoglio posto di fronte alla casa del Pussey, alla serie di Tronchi lavorati dal tempo in località Tirecorne.

Molte e belle sono le opere riguardanti le Valli di Lanzo, siti ai quali già Guido di Montezemolo dedica attenzione: ecco quindi il bellissimo olio Donna che ritira il bucato, e poi i paesaggi di Ala di Stura e Balme, le affettuose vedute di Pian del Tetto.

Ma ecco subito affacciarsi il lungo soggiorno romano per cui il Tempio di Diana a Villa Borghese viene dipinto invaso dalla luce, come la Fontana dei cavalli marini, i pini marittimi, le nebbie al tramonto, le figure nel prato, tutte opere che esprimono l’amore che Poma nutre per il paesaggio laziale. E, sui monti, i fiori di montagna (genzianelle, margherite, anemoni; rododendri e piumini) disegnati con la tecnica del pastello, sono fogli di indiscutibile impatto cromatico.

Le acque hanno attratto sovente Alessandro Poma; ne sono testimonianza varie opere come le marine d’intenso azzurro di Piano di Sorrento: la possente scogliera si ravviva per un solo tocco di pastello fiammeggiante che trova breve riscontro prospettico nello scorcio di paesaggio lontano e in un improvviso gioco di onde tra luce e colore. Maria Luisa Reviglio della Veneria Gian Giorgio Massara.

attivita’

Affitto Sale

Le attività delle varie sezioni della Famija Moncalereisa si svolgono nei confortevoli e ormai storici locali posti nelle immediate vicinanze del dominante Castello, in via Alfieri 40 [..]

Corsi di Danza

La scuola di danza Mariella Pozzo nasce nel settembre 1969 e da subito si propone di sviluppare attraverso lo studio sia tecnico che espressivo le capacità degli allievi [..]

Corsi di fotografia

Il Fotoclub "Famija Môncalereisa" è fondato nel 1975 per promuovere la fotografia amatoriale da molto tempo in fermento nel moncalierese. L'idea nasce da un gruppo di giovani fotografi, Pier Mario Autelli, Domenico Binello, [..]

Corsi di Inglese

Continua alla Famija il corso di inglese, suddiviso per livello, a seconda delle competenze.
[ Leggi tutto.. ]


Corsi di Musica

È attivo presso la "Famija Moncalereisa" un corso di musica (pianoforte e chitarra) e canto moderno tenuto dal M° Daniele Longo attivo nel territorio moncalierese da diversi anni come musicista e direttore [ Leggi tutto.. ]

Corsi di Pittura

Il maestro Leonardo Vanella svolge presso la nostra sede i corsi di pittura a pastello, acquarello, olio riprendendo la scuola creata da Tommaso Juglaris.
Informazioni sul corso sono disponibili in segreteria dalle 16 alle 20,30.

Prossimi eventi

Sabato 26 maggio FESTA DELLA LUNA con Giochi, Sfilate e Cena al Castello in Centro Storico a Moncalieri – Info & Prenotazione cena al num. 0113740916 – MOON…CALE’ FESTIVAL 2018

Oratorio S.Maria della Scala e Sant’Egidio LA STORIA | IL PROGRAMMA | LE DATE | GLI SPONSOR - MOON…CALE’   FESTIVAL-2018 - Sabato 26 maggio… - …dalle 15 in CENTRO - ore 20.30 CENA al Castello dalle ore 15.00… - Giochi per ragazzi Esibizioni canto e ballo Bande folkloristiche Mostre di pittura sotto i portici [...]
Dettagli ...

MOSTRA NEI GIARDINI DI CLEOPATRA di Giovanni Polinetti dal 12 al 21 maggio 2018 – Inaugurazione mostra sabato 12 Maggio ore 17.00 – Ingresso libero – Seguirà rinfresco – Moon…calè Festival 2018

La S.V. è invitata all’inaugurazione della mostra NEI GIARDINI DI CLEOPATRA di Giovanni Polinetti SABATO 12 MAGGIO 2018 ORE 17.00 presso la Famija Moncalereisa Via Alfieri 40, Centro Storico di Moncalieri INGRESSO LIBERO – SEGUIRA’ RINFRESCO ———————————————- “NEI GIARDINI DI CLEOPATRA” – FANTASIE FLOREALI di Giovanni Polinetti Dal 12 al 21 maggio 2018 presso la [...]
Dettagli ...

Venerdì 27 aprile 2018 ore 21 LA STORIA DELLA GRANDE GUERRA: 1915-1918 con Gianni Oliva e il Coro ANA – Ingresso libero – Prenotazione posti al num. 0113740916

LA STORIA DELLA GRANDE GUERRA: 1915-1918 nelle canzoni degli Alpini e nelle illustrazioni della “Domenica del Corriere” di Gianni Oliva Venerdì 27 aprile 2018 ore 21.00 FAMIJA MONCALEREISA Via Alfieri 40 – Moncalieri – TO INGRESSO LIBERO  – Prenotazione posti al num. 0113740916 dalle 16 alle 20 con GIANNI OLIVA, scrittore, autore del Volume “LA [...]
Dettagli ...

Sabato 10 febbraio ore 21 INVESTITURA LUNETTA 2018 alla Famija Moncalereisa – Carnevale Moncalierese 2017 – Ingresso libero – Prenotazione posti tel. 011/3740916

_ Investitura della LUNETTA 2018- Sabato 10 febbraio 2018 ore 21 - Famija Moncalereisa via Alfieri 40 Moncalieri (Centro Storico) Parcheggio multipiano a 50 mt con entrata da Via Alfieri e da Via Torino (continuazione Corso Moncalieri di Torino) Durante la serata Gianduja ufficializzerà Lunetta maschera di Moncalieri. Ingresso libero Per allietare la serata seguirà [...]
Dettagli ...

Venerdì 9 febbraio dalle ore 16.30 Lezione di prova gratuita ed esibizione della SCUOLA DI SCHERMA A MONCALIERI. Info&Prenotazioni al num. 011/3740916

SCUOLA  DI SCHERMA A MONCALIERI Una scuola di scherma per ragazzi e ragazze tra i 6 e 12 anni e che vogliono vivere una grande emozione e scoprire il fascino di un bellissimo sport Lezione pratica gratuita aperta a ragazze e ragazzi con i qualificati tecnici dell’Accademia Scherma Marchesa di Torino VIENI A PROVARE LA [...]
Dettagli ...
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

cerca in tutto il sito

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo qui sotto. Ti verrà inviata una mail di conferma.

Benvenuto sul sito della Famija Moncalereisa!

Iscriviti alla nostra NEWSLETTER gratuita per rimanere aggiornato su eventi, sagre, fiere, concerti e mostre a Moncalieri.

(Puoi iscriverti dalla colonna di destra in ogni sezione del sito)

oppure puoi visitare le sezioni dedicate alle nostre attività e corsi:

Corsi di Fotografa Moncalieri

CORSO DI FOTOGRAFIA

Corsi di Inglese Moncalieri

CORSO DI INGLESE

CORSO DI FRANCESE

Corsi di pittura a Moncalieri

CORSO DI PITTURA

Corso di Musica e Canto Moncalieri

CORSO DI MUSICA E CANTO

Corso di Tango a Moncalieri

CORSO DI TANGO

CORSO DI DISEGNO

Affito sale Moncalieri - Torino

AFFITTO SALE

Concerti e serate culturali a Torino - Moncalieri

CONCERTI E SERATE

Mostre ed Eventi a Moncalieri - Torino

MOSTRE ED EVENTI

CONFRATERNITA DELLA TRIPPA

Buona navigazione sul nostro sito !